Il Ministero dello Sviluppo Economico, con il Decreto 24 ottobre 2017, ha definito le modalità e i termini di presentazione delle domande per l’assegnazione e l’erogazione del contributo, tramite voucher, alle micro, piccole e medie imprese per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico.

La somma totale a disposizione è di 100 milioni di euro, ripartiti per regione.

A CHI È RIVOLTO?

Alle PMI (micro, piccole e medie imprese) che rientrano nella definizione ufficiale della Comunità Europea (raccomandazione 2003/361/CE del 6 maggio 2003):

  • microimprese: meno di 10 dipendenti, e meno di 2 milioni di fatturato e/o di totale di bilancio annuo;
  • piccole imprese: meno di 50 dipendenti e meno di 10 milioni di fatturato e di totale di bilancio annuo;
  • medie imprese: meno di 250 dipendenti e meno di 50 milioni di fatturato o 43 milioni di totale di bilancio annuo.

LE AGEVOLAZIONI

Secondo le nuove disposizioni, ciascuna impresa può beneficiare di un unico voucher di importo non superiore a €10.000, nella misura massima del 50% del totale delle spese ammissibili.

I progetti dovranno prevedere l’acquisto di hardware e software che consentano di:

  • migliorare i processi aziendali
  • sviluppare soluzioni di eCommerce
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, attraverso l’impiego di strumenti tecnologici, quali il telelavoro
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga
  • formare il personale nel campo ICT

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher.

Le domande di accesso alle agevolazioni possono essere presentate esclusivamente tramite la procedura informatica, accessibile nell’apposita sezione “Voucher digitalizzazione” del sito web del Ministero, a partire dal 30 gennaio 2018 e fino al 9 febbraio 2018.

 

Vuoi avere maggiori informazioni? Compila il modulo di contatto:

5 + 7 =